In tutto 142 bambini della seconda elementare, iscritti alle Scuole Lamarmora e Litta del Comune di Lainate, sono stati visitati per un programma di prevenzione odontoiatrica.

Un’iniziativa del Lions Club Lainate, presieduto da Paolo Caimano, coordinata dal dottor Pietro Cacciamani, medico dentista e socio del Lions Club, che da sempre dedica una parte considerevole del proprio tempo per gli screening gratuiti nelle scuole. Una giornata di formazione sulla pulizia dei denti, sull’igiene della bocca, sulle buone pratiche quotidiane di prevenzione, e poi una visita vera e propria ai ragazzi: intercettazione di carie dei denti decidui, ma soprattutto dei denti permanenti, eventuale maleocclusione dentale. Obiettivo: entrare nelle famiglie per dare un’informazione corretta sullo stato odontoiatrico dei propri figli.

Questi i risultati dello screening. E non mancano le sorprese:

  • visite eseguite in 2 classi: 142
  • pazienti con carie denti permanenti: 18
  • pazienti con carie denti decidui: 49
  • igiene buona: 68
  • igiene sufficiente: 49
  • igiene pessima: 25
  • si lavano i denti una volta al giorno: 13
  • si lavano i denti due volte al giorno: 119
  • si lavano i denti tre o più volte al giorno: 6
  • non si lavano mai i denti: 4
  • maleocclusioni: 73
  • già in cura dal dentista: 83
  • mai stato dal dentista: 59

Dai dati qui sopra presentati si evince che su 142 ragazzi di 6-7 anni visitati solo il 60% va regolarmente dal dentista e di questi la maggior parte è in cura ortodontica per diversi tipi di maleocclusione. Questo dato ci descrive l’importanza della visita annuale dal dentista, poiché in fase di permuta spesso i denti vanno indirizzati, spostati negli appositi spazi, per non incorrere in problemi di occlusioni future.

Il Dr. Pietro Cacciamani del Lions Club Lainate evidenzia che il 12% dei bambini ha carie di denti permanenti, e chiaramente la maggior parte di questi sono ragazzi che per vari motivi non vanno regolarmente dal dentista. Un grave problema perché la carie non si cancella da sola, va curata, inoltre non crea dolore all’inizio, è subdola, e verificabile solo ed esclusivamente dal dentista. E quando non viene curata a dovere s’infiltra nella polpa del dente causando infiammazione, se non infezione del nervo, con dolori alle volte molto forti (pulpite), senza contare la distruzione di elementi permanenti che quindi non verranno più cambiati, ma solo persi.

La carie dei denti decidui è stata intercettata con una percentuale più alta, 34 per cento, anche perché in questa fascia di età (soprattutto per chi ha 9 anni) i denti decidui perdono molto della loro forza, in quanto siamo in pieno ricambio dentale. Quindi, è abbastanza normale trovare ragazzi con carie dei denti decidui, e chi non è stato curato si ritrova con lacune cariose e con gengiviti molto serie.

Infine, l’igiene, che come sappiamo ai ragazzi non piace. Considerando che la maggior parte lava i denti due volte al giorno, mattino e sera, possiamo essere tuttavia soddisfatti: quasi la metà del campione ha una buona igiene e solo una percentuale minima fatica a usare lo spazzolino, o lo usa non correttamente. Tutti i ragazzi, però, conoscono l’importanza di lavarsi i denti: finalmente le nuove generazioni non sono più figlie di chi è convinto che la pulizia dei denti danneggi i denti stessi.

Il Lions Club Lainate e il il Dr. Pietro Cacciamani informano che per i ragazzi che hanno assolutamente bisogno di cure, laddove le famiglie fossero in situazioni di forte disagio economico, nei casi rigorosamente indicati dall’autorità scolastica, sono stati presi accordi con lo studio dentistico del Dr. Alessandro Pellizzon, viale Rimembranze 21/a a Lainate, per eseguire gratuitamente gli interventi più urgenti.

Schermi a LED per promuovere Il Cibo degli Chef